Alluce Valgo – come riconoscere e curare la patologia tipica delle donne “shoes addicted”

7 giu 2016 | News, Patologie, Plantari

L’ alluce valgo è un fastidio assai comune, specie nelle donne che amano scarpine alla moda e tacchi alti, che non possono essere considerati esattamente salutari; il piede, si trova così costretto in una posizione innaturale e comincia a deformarsi nella zona specifica dell’alluce e gradualmente devia verso l’interno causando fitte e forti dolori.

Oltre alla deviazione laterale, l’ alluce valgo causa il formarsi  di una sporgenza ossea alla base del dito; questa che provoca arrossamento della cute e forte dolore quando subisce il continuo sfregamento con le scarpe indossate.

Ciò che risulta più preoccupante nella patologia dell’ alluce valgo  è  la graduale deviazione della prima falange verso l’interno, una deviazione che possiamo definire costante  e che causa l’assumere di  posizioni innaturali da parte delle altre dita, infatti queste ultime nella patologia dell’ alluce valgo sono costantemente “spinte” e costrette a sopportare il carico causato dell’alluce valgo.

Troppo spesso la  deformità dell’ alluce valgo viene trattata soprattutto dal punto di vista estetico, trascurando così i problemi posturali, della deambulazione e la compromissione della funzioni dell’intera arcata plantare.  L’ alluce valgo  è un problema estremamente diffuso tra la popolazione femminile;  si stima che siano affette dell’ alluce valgo circa il 49% delle donne.

I medici ortopedici consigliano la soluzione chirurgica alla patologia dell’ alluce valgo soltanto quando il disturbo pregiudica sensibilmente la qualità della vita ma molte donne decidono autonomamente di ricorrere alla chirurgia estetica per il trattamento di questo problema.

In  una fase iniziale il difetto dell’ alluce valgo è appena percettibile, si riscontrano dolori saltuari e lievi arrossamenti della cute; successivamente “l’accavallamento” verso il secondo e terzo dito si nota sempre più, il dolore progressivamente aumenta e diviene praticamente impossibile indossare alcune tipologie di scarpe.

Quindi è buona norma riconoscere prima possibile i sintomi dell’alluce valgo, in questo caso il paziente sul quale si è intervenuti tempestivamente riesce a evitare interventi e soluzioni “invasive” perché se la deformazione dell’alluce valgo non viene risolta ai suoi stadi iniziali, in alcuni casi  sono state riscontrate deformazioni gravi, che oltre a presentare un aspetto antiestetico, possono compromettere la salute del piede e soprattutto della postura, che risente degli sbilanciamenti provocati dalle variazioni subite dalla pianta del piede.

L’ alluce valgo non è un difetto congenito, sebbene sia vero che in alcune persone esiste una predisposizione al rilassamento delle articolazioni e dei muscoli vicini alla prima falange che comporta uno sbilanciamento,  la patologia dell’ alluce valgo è causata soprattutto dall’uso di calzature troppo strette o da errori di postura dell’individuo.

Se l’individuo avverte fastidi, anche lievi, localizzati alla base dell’alluce, dovrebbe consultare  senza esitare un medico ortopedico!!!  Ma se non siete affetti da questa patologia per prevenire problemi futuri e per mantenere ottimale la salute del vostro piede consigliamo di camminare il più possibile a piedi scalzi e scegliere calzature che siano di materiale morbido ed in armonia con la forma naturale del vostro piede.

 Come comportarsi, una volta riconosciuto il problema dell’ alluce valgo?

Se la patologia dell’ alluce valgo è in una fase avanzata e la deformazione è già particolarmente evidente, l’intervento è sicuramente più invasivo e va effettuato sotto controllo dell’ortopedico: sarà questi a consigliare se optare per una operazione tradizionale oppure utilizzando le nuove tecnologie laser. Solitamente il decorso è breve, si parla di pochi giorni di convalescenza.

Se la patologia dell’ alluce valgo è in una fase iniziale, possiamo utilizzare misure preventive per mantenere una postura migliore e consentono di non peggiorare la deformità. E’ importante comunque evitare di indossare scarpe a pianta stretta, è indicato invece utilizzare calzature molto morbide che abbiano un plantare a sostegno dell’arco plantare del piede che permette di evitare di caricare tutto il peso sul primo dito. In questo modo si evita che il piede si deformi sempre più verso l’interno bloccando il processo di sublussazione.

Plantari costruiti nel nostro Centro Ortopedico ultra Specializzato

I tipi di plantare disponibili in campo ortopedico riconosciuti nella scienza della podologia , e tutti prodotti nel nostro centro con tecnologie avanzate e da personale specializzato e con esperienza pluriennale nel settore, sono di vari tipi e vengono prodotti in tutti i materiali secondo le necessità del medico ortopedico.

  • PLANTARE ORTOPEDICO FUNZIONALE
  • PLANTARE ORTOPEDICO SEMI-FUNZIONALE
  • PLANTARE ORTOPEDICO FISIOLOGICO
  • PLANTARE ORTOPEDICO SPORTIVO

Le patologie che possono beneficiare di questi trattamenti ortesici sono: Metatarsalgie ( dolori sotto l’avampiede) , tendiniti acute o croniche, fasciti, tensinoviti, neuromi di Morton, ipercheratosi da sovraccarico (forti callosità) , trattamento conservativo dell’alluce valgo pre-operatorio, dita in “griffe”, borsiti ,piedi talo-valghi, piedi cavi, piedi valghi, ginocchia valghe, tibie vare piedi metatarso vari, patologie pediatriche degli arti inferiori, funzionalità ridotte, piede diabetico, neuropatico, o con problemi di circolazione, esiti di interventi alluce valgo o interventi in genere di osteotomie parziali, piede poliomielitico e disfunzionale.

 I nostri plantari possono essere adattati ad ogni tipo di calzatura.

Non va dimenticata una funzione importantissima nel campo del Plantare Ortopedico: La funzione preventiva!

Tutti gli individui hanno delle patologie ai piedi anche se queste non si manifestano mediante il dolore.

Qualsiasi sia la vostra esigenza potete rivolgervi alla Saniplant Ortopedia Sanitaria Roma Eur, il nostro staff è composto di tecnici specializzati che possono assistervi al meglio nella scelta del PLANTARI ARTIGIANALI o della soletta commerciale.

Presso la nostra sede di Via Benedetto Croce, 81 a Roma potete effettuare l’analisi plantare dei piedi mediante impronta carbonica e esame computerizzato (baropodometro), e vi sapremo indicare cosa è meglio per il vostro caso.

Per maggiori informazioni puoi contattarci telefonicamente allo 06/64.00.68.52 oppure inviandoci una mail

Puoi visualizzare qui i nosti plantari artigianali

contatti

CATEGORIE

SEGUICI SUI SOCIAL

Ti potrebbe anche interessare:

Busto ortopedico per la Scoliosi

l giorno d’oggi, il busto ortopedico per la scoliosi si presta come il migliore rimedio per correggere e risolvere questa patologia. Particolarmente indicato per forme intermedie di scoliosi, il busto ortopedico consente di svolgere le normali attività quotidiane... leggi tutto

utilizza il seguente modulo contatti, risponderemo nel più breve tempo possibile.

N

Consigli

 

N

Dubbi

 

N

Informazioni

 

N

Richieste

 

N

Prenotazioni

 

4 + 7 =

[icon headphone] 06/64.00.68.52

[icon mail]  info@saniplant.it

[icon pin]  Via Benedetto Croce, 81 Roma


Saniplant S.r.l.s. – P.Iva 13255351002 | Sito Web realizzato da: NovaTS

Pin It on Pinterest

Share This

CONDIVIDI

Condividi questo post con i tuoi amici!